La Colpa Del Silenzio – Arsenio Siani

“Stagli lontano, quelli hanno i pidocchi. Non sono cattivi, non è colpa loro, ma non ci puoi fare niente, sono dei disgraziati che fanno del male a chi gli sta vicino.” Le parole di mia madre risuonavano ancora nitide, mentre tornavo con la mente agli eventi della mia infanzia, quando la mattina, prima di recarmi a scuola, venivo messo all’erta[…] Avanti

 

Ektor Il Bullo – Luca Giovanni

Paesaggio urbano degradato casermoni allineati tutti uguali aiuole usate come discarica e per deiezioni canine scooter e moto che sfrecciano assordanti con le loro marmitte modificate facce consumate da droghe e noia di vivere….Questo è quello che si trova di fronte Federico quando va al primo incontro con Pamela conosciuta su Facebook con cui successivamente ha intrattenuto frequenti conversazioni telefoniche[…] Avanti

 

La Zattera di Piume – Nicolina Ros

Ebbene sì, sono ancora qui e gioisco della bellezza che il buon Dio anche oggi elargisce al mondo e mi dona il tempo di incantarmi davanti allo spettacolo sempre uguale eppure diverso, messo in scena dalla natura che mi circonda. Il susseguirsi delle stagioni, il loro generoso adornarla, spogliarla e rivestirla nuovamente, come in un gioco straordinario e magico che[…] Avanti

 

Le Foto Compagne Della Mia Solitudine – Nicolina Ros

La prua della “Santa Cruz” fende la calma delle onde. Spira un vento trattenuto, senza affanni. Lo aspiro a pieni polmoni per ricavarne energia, per familiarizzare con l’odore del mare, così estraneo per me! Odore che nulla ha da spartire con quello dell’acqua del mio Fiume che, come un profumo si effonde, impregnando le campagne, il paese. Dopo una settimana[…] Avanti

 

Magi – Roberto Corridori

Dormono. Dormono d’un sonno profondo, con la sabbia che li avvolge come una coperta leggera. Dormono ignari del loro dormire, come solo può capitare a chi è morto da tempo. Le orbite vuote dei teschi non guardano nulla e nulla loro importa guardare. Sono in tre sepolti lì sotto da quando la tempesta di sabbia li ha colti. Tre amici[…] Avanti

 

La Ballata del Drago – Roberto Corridori

Il drago, nel bosco, si è scavata una casa sotto la terra. Si è cercato un bel posto dove la riva scende più erta verso il fiume di sotto e, sul fianco, ha scavato. Un poco per volta. Si è fatto una casa, ampia con il fondo di terra battuta e il tetto son le radici di un albero grande.[…] Avanti

 

Nulla Di Personale – Patrizia Birtolo

La prima videocassetta, una mattina, in un pacco fuori della porta di casa. Era una ripresa dell’esterno della tua palazzina. Il filmato l’ho fatto terminare con una bella inquadratura che mostra la porta di casa tua. Cos’hai pensato? Forse alla pubblicità di qualche agente immobiliare? Oh, Irina… Nel dubbio, una seconda videocassetta. Il giorno successivo, altro regalo sulla porta di[…] Avanti

 

La Morsa – Patrizia Birtolo

Il tappo produce per un istante una resistenza da niente. Lo saggio con l’estremità del pollice e cede alla prima insistenza. La piccola esplosione plastica di un plop, proprio lo stesso suono di quando si simula con la manovra dito-guancia la stura dello spumante, mi dice che la perfezione blu della chiusura ellittica si è spalancata come il becco di[…] Avanti

 

I Mostri non esistono – Francesco Gallina

Louise stava lavando i piatti in cucina quando sentì delle urla provenire dalla stanza di David al piano di sopra. Senza togliersi i guanti ricoperti dal sapone, si mise a correre cercando di non pensare al peggio. Raggiunta la stanza vi si precipitò all’interno accendendo la luce. Suo figlio stava singhiozzando con il volto rigato dalle lacrime. “David, cosa succede[…] Avanti

 

L’ultima preda – Francesco Gallina

Un lampo investì la casa della vedova Liz Anderson lasciandola immersa nel buio. Dopo alcuni istanti, un uomo e una donna bussarono alla porta d’ingresso chiedendole se potessero entrare, ma Liz presa dal panico, se ne guardò bene dall’aprire la porta, rimanendo in febbricitante attesa che i due se ne andassero. Dalla camera da letto, giunse il rumore di un[…] Avanti