Il Padre dei Serpenti – Luca Nisi

1 Uno spettacolo memorabile Alessandria d’Egitto, 25 a.C. Lo schiavo girò su se stesso. Indossava solo un perizoma, mentre affrontava l’avversario nell’arena con la spada nel pugno e i denti serrati. Poi il vento gli riempì le narici con l’odore del sangue: il suo sangue. Le ginocchia cedettero e la sabbia gli corse incontro. In quell’istante, tutti capirono che era[…] Avanti

 

Parole A Palloncino – Eleonora Colombo

Parole A Palloncino. Ovvero di quando la nonna Chicca vinse il Talent Show     Il giorno in cui la nonna Chicca perse le parole fu un giorno memorabile e Riccardo e Teresa, i suoi due nipoti, lo raccontano ancora oggi sgranando un tanto d’occhi! La nonna Chicca viveva coi suoi due nipotini e i loro genitori in una piccola[…] Avanti

 

Livyatan – Francesco D’Agostino

Sul ponte della nave nel pieno della tormenta, il forte vento frusta l’acqua salmastra sul mio volto. Il cielo carico di nuvole grigie ed il mare plumbeo, burrascoso, si mescolano senza una forma definita e nel caos non si colgono i contorni. Gli spruzzi violenti d’acqua procurati dalle onde, sbattono violenti sulla prua che beccheggia pericolosa e investe tutta la[…] Avanti

 

Nascita Di Un Consumatore – Claudio Bandelli

Lobel è seduto nella sala d’aspetto con i gomiti poggiati sulle ginocchia, mentre Felestin, qualche stanza più in là, fatica duramente per dare alla luce il loro primogenito. Insieme a lui ci sono una dozzina di uomini ben vestiti, ognuno dei quali indossa un cartellino sul taschino della giacca con scritto il proprio nome e l’azienda per cui lavora. Di[…] Avanti

 

La Crisi Delle Streghe – Claudio Bandelli

Molti lavori sono andati in disuso e si sono “estinti”, proprio com’è successo ad alcuni animali. Del carbonaio, per esempio, c’è sempre meno bisogno e tante mansioni che faceva l’operaio adesso le fanno le macchine. È il progresso. È l’evoluzione dei tempi. Noi uomini lo comprendiamo. Le streghe no. Le streghe abitano la Terra da tempo immemore e, nonostante abbiano[…] Avanti

 

La rosa nera – Ida Daneri

Il libraio La giovane spalancò gli occhi, incredula: i suoi passi l’avevano condotta, per la terza volta, nel recesso più buio del mercato dello sperduto paesino dei Carpazi. La bancarella era apparsa dal nulla, sovraccarica di libri accatastati in più strati. Il venditore non c’era. Sollevò lo sguardo alla volta dei portici che riparavano solo l’ultimo angolo di mercato, più[…] Avanti

 

Anfibi di cristallo – Ida Daneri

Lidia era lì, in mezzo alla campagna e in piena notte. Faceva freddo, con gli ingombranti anfibi e il giubbotto striminzito di finta pelle scura. I lunghi capelli neri, disordinati spaghetti, si annodavano nel vento gelido, annoiati e distratti. Cosa diavolo ci faceva in quel posto di merda, la vista inutile nella nebbia fitta e maleodorante? Un colpo di vento[…] Avanti

 

Trappola per Topi – Jacopo Pagliari

Mai fidarsi del silenzio. Mi sono sempre trovato piccole abitudini per rifuggirlo, soprattutto quando mi trovavo solo. Per addormentarmi mettevo della musica su di un giradischi, così il grattare della puntina sul vinile avrebbe rubato il posto a sedere di un silenzio qualsiasi; del quale in verità ero terrorizzato. Non era la letteratura che preferivo ad influenzarmi – quello era[…] Avanti

 

Guardaspalle – Ciro Belvedere

Tutti abbiamo uno scopo nella vita. Una missione che ci è stata affidata, a volte inconsapevolmente, dalla vita stessa o da un’entità superiore (per chi ancora ci crede). Anch’io sono stato creato con uno scopo preciso. L’entità superiore che mi ha fabbricato e affidato la missione non ha nulla di spirituale, così come il mio scopo, eppure, nella posizione in[…] Avanti

 

La Soluzione A Tutti I Problemi – Francesca Santi

Prima c’erano Marco e sua madre. Ora c’è solo Marco. Lei non buttava via niente e ha trasformato la casa in un deposito; Marco si muove fra torri pendenti di scatole, zigzaga tra sacchi di plastica panciuti, scavalca a fatica cestini di vimini ricolmi di ninnoli e bizzarrie, ma non ha il coraggio di toccare niente perché in fondo quel[…] Avanti