Una vita in due – Caterina Levato

I lunghi riccioli biondi fluttuavano nel vento della sera, sullo scoglio una figurina accovacciata abbracciava le sue stesse ginocchia, aveva il mento poggiato su di esse e fissava un punto lontano, oltre l’orizzonte. Quell’enorme distesa d’acqua, che si faceva sempre più scura, la ipnotizzava. Era una nuotatrice provetta, vincitrice di molteplici gare, ma ora era solo stanca. Aveva deciso, si[…] Avanti

 

La felicità – Mario Guadalupi

Cap. 1 … e venne il tempo in cui sin dall’asilo i bambini si erano abituati all’uso continuo della tecnologia per apprendere, comunicare e per relazionarsi anche all’interno della stessa famiglia. Esistevano all’epoca occhiali che consentivano di vedere perfettamente e contemporaneamente il mondo reale con quello virtuale sovrapponendoli tra loro e integrandoli in un tutt’uno. I più avanzati e i[…] Avanti

 

La Puzza – Mario Guadalupi

Cap. 1 … il primo fenomeno è stato riscontrato in un’isola sperduta della Malesia quando un bambino, mano nella mano della mamma, ha osservato stupito. – Mamma, ma quell’uomo puzza anche da lontano. – Non si sarà lavato. Lascia perdere. – Ma è una puzza strana, fastidiosa quasi insopportabile – Non farci caso, non dire niente. Quello è un uomo[…] Avanti

 

Sono il suo cane, il suo migliore amico: tornerà – Claudio Alessandro Colombrita

C’è una bella giornata di sole fuori, ma io, come ogni giorno, la passerò in questo garage buio. Stamattina il mio padrone mi ha dato dei croccantini, lo fa quando si ricorda, non lo critico, ha una famiglia a cui pensare. Ogni tanto mi liberano in giardino e gioco con i suoi bambini, corro, faccio scorta di sole e di[…] Avanti

 

Si comporta in modo strano, ma mi fido di lui – Claudio Alessandro Colombrita

“Mamma e papà lavorano tutto il giorno, mi lasciano all’oratorio ed io mi diverto. C’è una bella chiesa in mezzo al verde, tante compagnette, un pallone per giocare a pallavolo. Don Marco ci lascia libere, facciamo la preghiera del mattino, parliamo di Dio e di religione e poi ci divertiamo. Quando fa troppo caldo stiamo dentro, quando il sole ci[…] Avanti

 

La favola nel futuro – Alfredo Sasso

«Mika, stai giù, accidenti!» «Più giù di così, non posso. Sto respirando fango!» «Attento, li sento arrivare! Non fiatare!» Red e Mika erano di pattuglia in avanscoperta quando spuntarono quasi dal nulla i Nordici. «Accidenti a voi, bastardi!» «Zitto e immobile! Se ci beccano c’ammazzano!» Arrivarono degli elicotteri con dei fari che illuminarono a giorno la boscaglia tutt’intorno; riuscirono a[…] Avanti

 

Milano da bere – Alfredo Sasso

O che ha bevuto! Recentemente mi è capitato di dovermi recare per motivi personali, in bassa Italia. Da buon “ecologista” ho scelto come mezzo alternativo all’auto, il treno. Partenza venerdì notte e ritorno sabato notte: giusto quello che si dice in termini musicali, toccata fuga. Tralascio per amore della decenza, la cronaca del viaggio in sé stesso. La classica “stesa”[…] Avanti

 

La Telefonata – Lucio De La Balca e Jelissa Carola Piques

Già da molte ore un uomo solo sdraiato nel suo letto in una grande casa sperduta nel verde guarda fuori dalla finestra e come ogni mattina osserva annoiato la solita alba sempre uguale a sé stessa arrivare. L’uomo, avvolto nelle coperte calde, aspetta qualche tempo fissando il vuoto davanti a sé prima di alzarsi scavalcando mucchi di libri accatastati qua[…] Avanti

 

Billy E Il Popolo Dei Panozi – Lucio De La Balca e Jelissa Carola Piques

Era un pomeriggio assolato di inizio giugno, nel salone del liceo scientifico di Wanzell si era appena svolta l’annuale gara di scienze. Genitori e ragazzi accaldati erano riuniti nel cortile centrale della scuola. Il palco era già stato allestito ed il preside dottor Firp, signore basso e calvo, stava orgogliosamente tenendo il consueto discorso per poi apprestarsi a leggere i[…] Avanti

 

I Germi Del Male – Davide Sanna

Mi piacerebbe poter dire che il male che racconterò in questa storia è nato in un laboratorio di qualche folle scienziato, o nelle cattive intenzioni di un uomo malvagio; così come ci piace pensare che tutto il male del mondo e le sue ingiustizie derivino dagli accordi di una cricca di politici corrotti e di avidi capitani d’industria, o dalle[…] Avanti