La rosa nera – Ida Daneri

 

 Il libraio La giovane spalancò gli occhi, incredula: i suoi passi l’avevano condotta, per la terza volta, nel recesso più buio del mercato dello sperduto paesino dei Carpazi. La bancarella era apparsa dal nulla, sovraccarica di libri accatastati in più strati. Il venditore non c’era. Sollevò lo sguardo alla volta dei portici che riparavano solo l’ultimo angolo di mercato, più[…] Avanti

Anfibi di cristallo – Ida Daneri

 

 Lidia era lì, in mezzo alla campagna e in piena notte. Faceva freddo, con gli ingombranti anfibi e il giubbotto striminzito di finta pelle scura. I lunghi capelli neri, disordinati spaghetti, si annodavano nel vento gelido, annoiati e distratti. Cosa diavolo ci faceva in quel posto di merda, la vista inutile nella nebbia fitta e maleodorante? Un colpo di vento[…] Avanti

Trappola per Topi – Jacopo Pagliari

 

 Mai fidarsi del silenzio. Mi sono sempre trovato piccole abitudini per rifuggirlo, soprattutto quando mi trovavo solo. Per addormentarmi mettevo della musica su di un giradischi, così il grattare della puntina sul vinile avrebbe rubato il posto a sedere di un silenzio qualsiasi; del quale in verità ero terrorizzato. Non era la letteratura che preferivo ad influenzarmi – quello era[…] Avanti