Ero. Fui…Sono: fuori dal tempo – Gino Della Vittoria

Ero appena tornato dalla prima spedizione. Fui sorpreso dal silenzio. Caddi nel silenzio. Tutto, attorno, aveva la parvenza della vita: le piante erano verdi coperte di foglie, le oche sul prato tenevano il becco alzato e le ali schiuse come fanno quando spiccano il volo, ma erano ferme come statue. Perfino il mio vicino, di solito chiassoso e buontempone, sembrava bloccato nei gesti e nella voce. Silenzio. Profondo. Totale. Assurdo.

E io? Col piede sinistro appena alzato per allungare un passo, ero irrigidito come fossi ipnotizzato.

“Non tirava un alito di vento”* ha scritto “quel tal Sandro”** e meglio non può dirsi. Non tirava un alito di vento, non muoveva foglia, non si udiva un passo, un grido. Solo i miei occhi roteavano intorno alla ricerca angosciosa di un cenno di vita, ma nulla. Eppure la vita c’era: sviluppavo pensieri, formulavo parole, che non uscivano dalla mia bocca, ma c’erano. Nella valle nulla aveva l’aspetto di cosa morta, anzi, tutto era rigoglioso nel cuore dell’estate già iniziata.

Ero sgomento. Persino mia moglie restava immobile: proprio lei che non aveva mai un momento di pausa e di riposo nel corso di tutta la giornata. E sorrideva. Ma cosa c’era da ridere in quella scena così drammaticamente reale? Vedevo il luccicore dei suoi occhi, il bianco dei denti splendere al sole e il secchio dell’acqua con spruzzi schizzati a mezz’aria, fermi, come disegnati. Mon Dieu, cos’è?

Mi venne un pensiero d’improvviso, come una folgorazione: ero bambino ancora e avevo accompagnato il mio babbo in una spedizione giù in Italia. Il mio babbo portava a zaino la cassetta degli attrezzi per fare sedie rustiche di legno di pioppo presso le famiglie che ci ospitavano e ci davano da mangiare e portava appesa al collo, appoggiata al petto, una cassettina con le cose preziose che andavamo offrendo dove ci fermavamo. Statuine di gesso o di legno della Madonna della Salette, il nostro paese, e corone, medagliette, librettini con i messaggi della Vergine ai pastorelli. Le nostre spedizioni erano pellegrinaggi che facevamo per diffondere l’amore alla Vergine Maria e per amor suo, ogni inverno, scendevamo nelle varie regioni vicine.

Fu in una di quelle famiglie che incontrammo una vecchietta. Molto vecchia. Mi sorrise appena mi vide, mi carezzò in silenzio sui capelli e guardandomi negli occhi azzurri mi disse: “Un giorno vedrai il tempo fermarsi. Non aver paura perché è un dono alla tua anima pura”.

Ero poco più di un bambino e non capii cosa volesse dire ma non chiesi nulla.

Ora capivo: il tempo si era fermato. D’improvviso.

Adesso che accadrà? Si può restare fissi per sempre, vivi senza vivere, col cuore in gola che vorrebbe gridare e non riesce?

“Non avere paura, è un dono” aveva detto la vecchina. Ma non capisco, non capisco: che cosa mi succede? E non succede solo a me ma a tutti, a tutto ciò che c’è intorno: animali, fiori, cielo: sì, persino il cielo si è fermato. Le nuvole rimangono fisse dove sono e il tempo non passa mai: l’orologio del campanile segna sempre le sette e ventitré. Non posso neppure darmi un pizzico per capire se sono sveglio o sogno. Torno a ripetermi come un ritornello: “Non avere paura, è un dono”. Lo capirò? E quando lo capirò?

Sì, lo capirò.

Ora sono qui. Nel silenzio.

*   Alessandro Manzoni: “I promessi sposi”

** Giuseppe Giusti: “Sant’Ambrogio”


Bio – Gino Della Vittoria:

Vive ed opera a Cesena (FC). Ha pubblicato i volumi di poesia “Capire i silenzi” Ed. Forum, finalista al concorso “Lerici – Pea” 1977, “Int un ent sid” poesie in lingua romagnola, Ed. Il Ponte Vecchio, “Abbah: Ba” poesia religiosa, Ed. Il Ponte Vecchio, il libro di racconti “Noterelle sul vivere e sul morire su noi e Dio” Ed. Il Ponte Vecchio. Sue poesie sono state pubblicate su diverse riviste, raccolte e periodici. Sue poesie sono state premiate in diversi concorsi letterari nazionali. Suoi testi poetici musicati, hanno vinto il primo premio al concorso canoro “E’ Campanon” di Cesena e altri tre testi si sono classificati secondi.

[amazon_link asins=’8883120043′ template=’ProductAd’ store=’globeon08-21′ marketplace=’IT’ link_id=’de4e1113-8af8-11e7-a242-a57c889890d9′][amazon_link asins=’8865412208′ template=’ProductAd’ store=’globeon08-21′ marketplace=’IT’ link_id=’f084b1c6-8af8-11e7-8a93-4741b096fca2′][amazon_link asins=’8865416645′ template=’ProductAd’ store=’globeon08-21′ marketplace=’IT’ link_id=’fd666c47-8af8-11e7-baec-63e77c9dfcfc’]

 
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento