Debutto – Milena Pasini

Il grande momento è arrivato.
L’ansia ha attanagliato le mie viscere per tutto il giorno, fino a provocare uno spasmo doloroso.
La prima parte dello spettacolo è terminata : una narrazione interpretata dagli adolescenti di una classe
multiculturale.
L’ovazione del pubblico è pari all’entusiasmo dei ragazzi .
Ho atteso una vita per presentare questa pubblicazione dedicata a loro, ai bambini che hanno
vissuto la guerra.
I protagonisti simbolici sono animali di specie diverse che tentano di dare lezioni alla specie
umana, stupidamente autodistrutta. Vorrebbero creare un uomo nuovo che sappia convivere
in armonia con ogni essere della natura.
La scena per la seconda parte dello spettacolo è pronta.
La mia voce spezzata dall’emozione non può tradirmi proprio ora.
Il sipario si apre, sono qui, sono in ballo e devo ballare.
Il folto pubblico mi sorprende con un applauso scrosciante. Ora sono sola su questo palco
ed il pubblico si aspetta da me, solo da me, qualcosa di interessante per ridere o per piangere
o forse solo per riflettere.
Il pubblico ora è in silenzio, mi guarda, si aspetta molto da me.
Nella realtà sono io che mi aspetto da me stessa più di quanto possa esigere quel grande
pubblico.
Questo pensiero ha il potere di farmi riprendere il controllo mentale ed emotivo.
Questa sensazione magica di protagonismo attivo, responsabile, mi trascina negli antichi sogni
di bellezza e passione per il teatro.
Avanzo fino ai bordi del soppalco, i primi versi della mia poesia vibrano nell’aria con tono
enfatico, quasi a voler rompere un silenzio troppo a lungo contenuto.

Mi sintonizzo sulle note di sottofondo del violino:

“Giorno(stagioni di vita)” di M.P.

< Mattino,fitto di velate nebbie
ove un tiepido sole síintrufola fra i rami
e senza chiedersi il perchÈ
adorna a festa la natura.

Pomeriggio, di intenso calore
ove assapori líessenza dei frutti maturi
e líanimo ne gode.

Sera, ove alla luce rossa del tramonto
seppellisci i frutti dellíantica stagione
e come foglia esanime ti attende la terra
per ritornare ad altra vita.

Notte, ove conservi nelle gelide ore
il caldo cuore della memoria eterna>

Un attimo di silenzio sovrasta le ultime note di Chopin, poi uno scrosciante applauso
esalta ad ad una le mie emozioni intense.
Pochi attimi, poi le note di Vivaldi risuonano sul palcoscenico.
I giovani ballerini irrompono con movimenti vertiginosi, mi strappano il pesante
mantello di velluto per scoprire il mio gracile corpo avvolto in una tuta aderente.
Muovo lentamente le braccia e le mani flettendo delicatamente il corpo, in contrasto con
le vertiginose coreografie dei ragazzi, al ritmo crescente della musica.
Le note imperiose delle “Quattro stagioni” stanno morendo quando mi poso delicatamente
a terra come una farfalla che riposa stanca sulle corolle di un meritato fiore.
Un attimo infinito di silenzio, poi lo scroscio unanime dell’applauso.
Corro dietro le quinte, ma i ragazzi mi trascinano sul palco.
Rido, piango, la scarica di adrenalina lascia il posto a milioni di endorfine che appagano
la mente e il corpo.
Ognuno ha dato il meglio di se stesso e sento che si è creata una specie di osmosi fra noi e
il pubblico ; ora ritrovo quella sensazione di reciprocità, tante volte persa, tante volte cercata.
Abbiamo creato e comunicato qualcosa e il pubblico ci ha restituito il suo consenso , il suo calore.
Ora vorrei continuare a regalare agli altri l’essenza di me stessa.

Il mattino seguente le pagine culturali del quotidiano acclamano:<Grande successo per la prima
teatrale a scopo interamente benefico; autrice, scenografa, coreografa, debutta a 65 anni.>

 


Bio – Milena Pasini:

Milena Pasini vive in una piccola frazione del comune di Ravenna.
Laureata in Pedagogia, con indirizzo psicologico, all’università di Bologna ha svolto attività di inse-
gnamento nel settore dell’integrazione di alunni diversamente abili, curando anche progetti di integrazione scolastica di bambine e bambine provenienti da altre culture.
Nel 2000 ha pubblicato alcuni brevi racconti nell’antologia”La voce del cuore”Ediclub
e nel 2001ha pubblicato una poesia nell’antologia “Poesie d’Italia”Ediclub.
-Nel 2012 ha pubblicato il libro di genere fantasy, sez. Juvenilia, dal titolo “Mente & Cuore” edito da “Società Editrice Il Ponte Vecchio”di Cesena (FC).

Prezzo: EUR 6,00

 
To report this post you need to login first.
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento