La Visione – Gianluigi Redaelli

 

 Che sia di capodanno, lo so di certo, per moltissimi motivi. A causa di varie allusioni o di cenni, nel periodo che precedette la costruzione dell’atmosfera irreale vera e propria. A causa della sensazione di festa e di luce e di colori e di gente allegra, intorno a me. E anche per la parola cenone che mi frulla continuamente nelle[…] Avanti

La mano di Dodi – Gerardo D’Orrico

 

 La macchina per trasformarti esiste, un mondo diverso è già qui, legalmente si potrebbe realizzare, legalmente è necessario farlo nella più grande porzione. Le tue necessità che si alleggeriscono per forza cioè che non puoi restare, tu l’hai capito quello, si è fermato a una mezza parola, lui è la persona più importante che ci sia nel quadro generale istituito.[…] Avanti

L’Ultimo Tatuaggio – Marco Parisi

 

 L’anziano sedeva nel letto d’ospedale, circondato da schermi luminosi e tubicini di plastica pieni di liquido. Dalla sua posizione osservava l’uomo giunto fin lì, al suo capezzale, da un passato lontano. — Lei è… Lei… — balbettava l’anziano con voce roca. L’uomo si limitò a un cenno di assenso del capo, accompagnato da un breve movimento della mano destra, come[…] Avanti